3 aprile 2010

Tiramisu

Conosco due persone che fanno un Tiramisù dalla bontà leggendaria. Non essendo nessuno dei due, io mi accontento di preparare un tiramisu normale, e come me chiunque può realizzarlo.

Il tiramisu è il dolce per il pranzo di Pasqua organizzato dalla mamma del mio uomo. Lo so che non è un dolce tipicamente pasquale, ma in fondo che me ne importa?
Tanti auguri di buona Pasqua e buona Pasquetta a tutti, non mangiate troppo e soprattutto mangiate bene!



6 uova fresche
450 g mascarpone (sostituibile con la ricotta per un gusto più delicato)
150 g zucchero
300 g biscotti savoiardi
4 tazze di caffè amaro
2 cucchiai brandy
cacao amaro (sostituibile, come si vede nella foto, con cioccolato fondente da grattugiare)

Amalgamare in una terrina i tuorli d'uovo con lo zucchero, fino ad ottenere una crema gonfia e spumosa. Aggiungere delicatamente il  mascarpone e mescolare con un cucchiaio di legno senza sbattere, per ottenere una certa omogeneità. A parte montare a neve gli albumi con un pizzico di sale ed incorporarli delicatamente.
Mescolare il caffè con il brandy e versarlo in un piatto fondo.
Il tiramisu si può preparare in una pirofila, in modo da ottenere un dolce unico da tagliare a fette, oppure in tazze o bicchieri per avere porzioni singole già pronte. In entrambi i casi si stende uno strato leggero di crema sul fondo della pirofila, della tazza o del bicchiere, e coprirlo con uno strato di savoiardi leggermente imbevuti nel caffè. Per evitare che diventino troppo molli, io preferisco tuffare nel caffé solo la parte superiore del biscotto, e lo poso sulla crema con la parte asciutta in basso, così il caffé scende lentamente e il biscotto resta più solido.
Coprire lo strato di biscotti con un'altro strato di crema, poi ripetere con un'altro strato di biscotti. Terminare con la crema e spolverizzare di cacao amaro sulla superficie.
Per un effetto migliore, è meglio lasciare il dolce in frigo per almeno un paio d'ore, e coprirlo di cacao solo al momento di servire.

Nessun commento:

Posta un commento