28 luglio 2010

Torta di ricotta

Ho bruciato un dolce. Ebbene, lo so che capita a tutti, a qualcuno più spesso e a qualcuno meno, ma non ci sono abituata... Adesso però non pensate ad un disco di pasta duro come il marmo, ho cotto il dolce per 10 minuti di troppo, e quindi è molto più secco e compatto. In questo caso, per rimediare è sufficiente servirlo con della marmellata, come nella foto, oppure tagliare il dolce a metà e farcirlo.
La ricetta è una delle "storiche" del mio quaderno, e non so da dove arrivi. Buona cottura!



250 g. di farina
250 g. di zucchero
250 g. di ricotta
tre uova
un pizzico di sale
la buccia grattugiata di un limone
un cucchiaino di lievito in polvere

Riscaldare il forno a 180°C. Montare i tuorli con metà dello zucchero fino a renderli ben spumosi, quindi aggiungere la ricotta e il restante zucchero. A parte montare a neve ferma gli albumi. Aggiungere alla crema di ricotta la farina, il lievito in polvere, il sale, la buccia grattugiata di limone e gli albumi montati a neve ben ferma e mescolare delicatamente per amalgamare il tutto senza smontarlo.
Versare in tortiera di 26 cm di diametro e cuocere in forno a 180°C per 45 minuti.

E non bruciatelo!

Nessun commento:

Posta un commento