17 febbraio 2011

Torta paradiso

Il secondo dolce per il mio compleanno era una richiesta, o per meglio dire una sfida, del mio uomo, che mi ha proposto di fare niente meno che il kinder paradiso, quella tortina che si compra al supermercato nel reparto frigo. Non mi sono tirata indietro, ovviamente, e cercando in internet ho scoperto che l'originale torta paradiso ha un'origine lombarda. La ricetta che ho deciso di provare viene dal blog I dolci di Laura, ma ho aumentato le dosi di una volta e mezza per riempire il mio stampo rotondo del diametro di 26 cm. Qualcosa è andato storto, perché cuocendo è lievitato tantissimo ma poi si è afflosciato raffreddando. Devo aver sbagliato preparando la pasta: all'inizio era bella gonfia, ma poi ho rinunciato ad aggiungere un uovo per volta e ho mescolato gli ultimi due insieme, ed ha cambiato aspetto. Mannaggia la mia tendenza a cambiare le ricette!
Provatela lo stesso, è buona davvero.

Torta Paradiso


Tempo di preparazione: 1 ora, cottura: 25-30 minuti
Ingredienti:
150 g burro
135 g zucchero
6 uova
aroma vaniglia
80 g farina
100 g fecola
1/2 bustina lievito
sale
200 ml panna da montare
4-5 cucchiai di miele
2 cucchiai di latte
4 g gelatina (2 fogli)

Ammorbidire il burro a temperatura ambiente.
Scaldare il forno a 170° e foderare di carta da forno uno stampo rotondo con fondo apribile del diametro di 24-26 cm.
Sbattere a crema il burro con lo zucchero e un pizzico di sale. Unire un uovo alla volta, mescolando bene fino ad ottenere di nuovo una crema prima di aggiungere un altro uovo, quindi mescolare la vaniglia, la farina, la fecola e il lievito.
Versare nello stampo preparato ed infornare subito nel forno già caldo a 170° per 25-30 minuti. Verificare con uno stecchino che il dolce sia ben cotto all'interno prima di sfornarlo.
Mentre il dolce raffredda, preparare la crema. Ammorbidire la gelatina in fogli in una ciotola di acqua tiepida per una decina di minuti. In un pentolino scaldare il latte, sciogliervi la gelatina strizzata e lasciare intiepidire. A parte montare a neve la panna dolcificata con il miele, e solo quando è ben montata aggiungere il latte mescolato alla gelatina.
Tagliare il dolce a metà in senso orizzontale, in modo da ottenere due strati, e mettere lo strato superiore, capovolto, sul piatto da portata. Versare la crema e distribuirla uniformemente su tutto il dolce, quindi coprire con lo strato inferiore della torta, anch'esso capovolto. In questo modo la superficie del dolce, quella a vista, sarà più uniforme possibile e quindi più bella da vedere.
Lasciar riposare in frigo il dolce, e cospargere di zucchero a velo solo al momento di servire.

Nessun commento:

Posta un commento