7 settembre 2011

Crostatine con la frutta sciroppata

Avevo uno splendido vaso di pesche sciroppate fatte in casa, regalatomi da un'amica, e non potevo assolutamente lasciarlo lì in credenza: sarebbe finito nel giro di un paio di giorni. Ecco allora che ho deciso di fare questi dolcetti per utilizzarle.
Ho realizzato una ventina di gusci di pasta frolla vuoti, e li ho farciti con una crema diplomatica e quindi decorati con la frutta sciroppata. La crema è bastata per tutte le crostatine, ma le pesche non erano molte e invece di fare fette troppo sottili ho deciso di decorare con la mompariglia colorata le rimanenti.

Crostatine alla frutta sciroppata


Tempi: preparazione 30 minuti, cottura 20 minuti, raffreddamento 30 minuti, decorazione 20 minuti

Ingredienti:
Per la pasta frolla (circa 20-25 crostatine):
250 g burro a temperatura ambiente
250 g zucchero
600 g farina
2 uova

Per la crema diplomatica:
250 ml latte
2 tuorli
4 cucchiai zucchero
2 cucchiai farina
aroma vaniglia
200 ml panna

Per decorare:
una confezione di frutta sciroppata a piacere, oppure mompariglia
Attenzione: se si vuole utilizzare frutta fresca, ricordarsi di coprirla con la gelatina liquida (tipo tortagel).

Preparare la pasta: in una ciotola montare a crema il burro con lo zucchero, quindi aggiungere un uovo per volta ed amalgamare bene. Aggiungere quindi la farina a cucchiaiate, e quando la pasta sarà troppo dura per il mixer, trasferirla sul piano di lavoro ed incorporare a mano il resto della farina, cercando di impiegare meno tempo possibile ed ottenere lo stesso una pasta liscia.
Riscaldare il forno a 180° e preparate tre teglie da 9 muffin, oppure due teglie da 12. Se ne avete meno vi conviene fare un'infornata per volta e lasciare in frigo la pasta rimasta finché le crostatine cotte non saranno abbastanza raffreddate da essere sformate senza rischio. Questo però aumenterà i tempi...
Con la pasta foderare il fondo e i lati degli stampini. Con la forchetta  punzecchiare molto fitto il fondo delle crostatine, perché non deve assolutamente lievitare, quindi mettere sul fondo di ogni crostatina un quadratino di carta argentata o carta forno grande come la crostatina stessa, e coprirlo con una manciata di fagioli secchi o riso (è più facile farlo che dirlo: si tratta della cottura in bianco, se volete vedere il procedimento passo passo con le foto cliccate  qui). Cuocere a 180° per 15 minuti, quindi togliere dal forno, eliminare la carta e i fagioli, e rimettere in forno per altri 5 minuti o finché i bordi non saranno ben dorati. Lasciar raffreddare.
Nel frattempo preparare la crema pasticcera per la diplomatica. Far sobbollire il latte con l'aroma di vaniglia. In un pentolino sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una massa chiara e spumosa. Aggiungere la farina e mescolarla con un cucchiaio di legno, quindi aggiungere poco latte per volta, stemperando con il cucchiaio di legno finché non sarà ben unito ai tuorli. Quando la crema sarà abbastanza liquida si potrà aggiungere il resto del latte tutto insieme, e metterla sul fuoco basso. Cuocere per una decina di minuti senza smettere di mescolare, finché la crema non si raddenserà. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.
Intanto versare la panna nel contenitore che ci servirà per montarla e metterla in frigo con le fruste, in modo che siano fredde quando ne avremo bisogno.
Quando la crema pasticcera sarà a temperatura ambiente, togliere dal frigo la panna, aggiungerci un pizzico di sale e montarla a neve. Versarla quindi nella crema pasticcera e mescolare con delicatezza per evitare di smontare la panna.
Ora sformare le crostatine e disporle sul piano di lavoro, sgocciolare e  tagliare a fettine la frutta sciroppata. Riempire con la crema una siringa da pasticcere con il beccuccio a stella e spremere un ciuffo di crema in ogni crostatina. Disporre due fettine di frutta sciroppata, o una manciata di mompariglia, quindi conservare in frigo fino al momento dell'assaggio.

Nessun commento:

Posta un commento