31 dicembre 2011

Panettone che si crede un Pandoro (e buon Anno Nuovo a tutti)

Questo è l'ultimo post del 2011 e ne approfitto per augurare a tutti una bellissima festa per stanotte e di iniziare il 2012 nel migliore dei modi.

Il panettone che vi voglio far vedere oggi è stato realizzato appunto per la festa di Capodanno, e l'ho realizzato con la macchina del pane. Ho fatto per ben tre volte l'impasto e la lievitazione, e poi l'ho lasciato al caldo per tutta la notte, quindi stamattina era così ben lievitato che ho pensato di cuocerlo nello stampo del pandoro. Tanto, lui mica lo sa di essere un panettone, no?


La ricetta l'ho trovata sul forum di Cookaround, ed ho aumentato le dosi per ottenere un panettone da chilo, usando un pratico calcolatore che ho trovato su Kucinare. Il risultato è stato perfetto, con l'interno veramente morbido e alveolato e la crosta scura e un po' dura. La prossima volta lo cucino un po' meno.

Per la farcitura ho evitato i canditi, ed ho aggiunto all'uvetta i cranberries, un frutto americano simile al ribes. Secchi sembrano un'uvetta molto rossa, e sono molto dolci. Io li compro al Lidl, non so se si possano trovare anche da altre parti.

Panettone che si crede un pandoro


Ingredienti:
220 ml latte
70 g burro morbido
3 tuorli
100 g zucchero
220 g farina bianca
220 g farina di manitoba
2 cucchiaini di sale
9 g lievito di birra o mezza bustina di lievito secco (mastro fornaio)
70 g uvetta
70 g cranberries secchi

Versare nella macchina del pane tutti gli ingredienti nell'ordine esatto, a parte la frutta secca. Impostare il programma di impasto e lievitazione e lasciarlo lavorare: nella mia macchina dura un'ora e mezza. Quindi aggiungere la frutta secca e lanciare di nuovo il programma. Lasciare lievitare tutta la notte. Io ho impastato per tre volte invece che due, spero che in questo modo la pasta sia più morbida.
Al mattino scaldare il forno a 180° e preparare lo stampo scelto per la cottura. In commercio si trovano gli stampi di carta perfetti per il panettone, ma stavolta ho scelto di usare quello per il pandoro.
Quando il forno è già caldo travasare l'impasto lievitato nello stampo e infornare subito, per evitare che la temperatura della cucina faccia scendere la pasta. Cuocere per circa 45-50 minuti, controllando che la parte sopra non scurisca troppo, altrimenti coprirla con un foglio di carta alluminio. Verificare con uno stecco da spiedino che la cottura sia completa anche dentro prima di sfornare.

Nessun commento:

Posta un commento