29 marzo 2014

Pane dolce alla cannella e cioccolato

Ho trovato la ricetta sul sito di Donna Moderna, ma quando ho provato a realizzarla, con l'aiuto della mia fidata macchina del pane, sono rimasta molto delusa. Avevo quasi pensato di gettare l'impasto senza nemmeno cuocerlo, ma alla fine è arrivato sulla tavola. Il problema è che sia il Marito che la Bimba l'hanno apprezzato moltissimo, e il Marito mi ha chiesto di rifarlo uguale. Oggi ho riprovato, modificando le dosi, ed eccolo qui! Un pane adatto per la colazione e la merenda, non troppo dolce, ma allo stesso tempo gustoso.


Ingredienti:
4 uova
150 g farina manitoba
150 g farina di farro (la ricetta originale prevedeva farina bianca)
150 g burro morbido a pezzetti piccoli
1 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito secco per pane
50 g di zucchero
100 g cioccolato fondente a pezzetti piccoli (o gocce di cioccolato)

Inserire nella macchina del pane gli ingredienti nell'ordine, tenendo distante il sale dal lievito, lasciando da parte solo i pezzetti di cioccolato. Lanciare il programma per il pane dolce, lasciarlo lavorare per i primi 5 minuti, quindi riavviarlo. Ho dovuto eseguire quest'operazione due volte finché il burro non si è ben sciolto, magari montandolo a crema con lo zucchero prima di iniziare si risparmierebbe questa fatica, ma non ho provato.
Introdurre il cioccolato a seconda dell'effetto voluto:
- subito all'inizio della lavorazione, per far sciogliere completamente il cioccolato ed ottenere un pane scuro;
- dopo circa 10 minuti di lavorazione, per ottenere  un pane variegato (parte del cioccolato si scioglie e parte resta intero);
- al bip della macchina, per mantenere il cioccolato intero.
Lasciar completare il programma della macchina, nella mia ci vogliono tre ore e mezza. Al termine controllare se è ben cotto con uno stecchino (la mia macchina ha il difetto di non cuocere del tutto i pani dolci, e quindi devo lanciare il programma di sola cottura per completarla), quindi sformare su una gratella e lasciar raffreddare.

Nessun commento:

Posta un commento