8 agosto 2012

Cheesecake ai mirtilli con stelle di marzapane

Con questa cheesecake voglio partecipare per la terza volta alla gara del dolce che si tiene ogni anno durante la Sagra di San Lorenzo a Rovaré, il mio paese di origine. Dopo la ciambella al cocco del primo anno, e la foresta nera del secondo, tento di nuovo la fortuna con un dolce semplice ma ad effetto.
Ho trovato una cheesecake dal colore spettacolare sul sito GialloZafferano, e deciso di decorarla con stelle marzapane in onore a San Lorenzo, la notte delle stelle cadenti. Non mi aspetto di arrivare sul podio, anche perché le signore che hanno vinto le passate edizioni sono veramente brave (e tra queste c'è una mia zia) ma voglio fare bella figura! Spero solo che sia anche buona oltre che bella...

Cheesecake ai mirtilli

Tempi: preparazione 30 minuti, riposo 4 ore, decorazione 15 minuti.
Ingredienti:
per la base:
300 g biscotti secchi
120 g burro fuso

per la crema lilla:
8 g gelatina in fogli
200 ml panna da montare
170 g Philadelphia
250 g ricotta
6 cucchiai marmellata di mirtilli
1 cucchiaio di zucchero

per la decorazione:
100 g marzapane
20 g zucchero a velo

Ammorbidire la gelatina in acqua tiepida.
Preparare uno stampo a cerchio apribile foderato con carta da forno. Tritare i biscotti, quindi mescolarli con il burro fuso e versarli sul fondo dello stampo. Distribuire uniformemente i biscotti e pressarli con il dorso di un cucchiaio per compattare bene il fondo. Mettere lo stampo in frigo a consolidare.
Frullare insieme la ricotta con la Philadelphia e la marmellata di mirtilli. Scaldare in un pentolino un cucchiaino di panna e sciogliervi la gelatina strizzata, quindi lasciar raffreddare. Montare il resto della panna con lo zucchero, poi incorporarla alla crema di ricotta e alla gelatina sciolta. Versare questa crema sul fondo di biscotti, livellare con il dorso di un cucchiaio e lasciare in frigo per almeno 4 ore.
Incorporare il marzapane allo zucchero a velo e stenderlo in uno strato sottile, quindi con uno stampo per biscotti ritagliare una decina di forme a piacere e distribuirle sulla crema ormai rassodata. Io mi sono divertita a farne scendere qualcuna sul bordo. Tenere in frigo fino al momento di servire.

Nessun commento:

Posta un commento